Hanno chi vive ogni giorno nello spogliatoio l'atmosfera irrespirabile è passata da poco più di tre settimane fa - quando il PSG spazzato via l'FC BARCELLONA- di accettabilmente oggi ottimista. E dicono accettabile perché i giocatori non sono stupidi e sanno che per superare 4-0 contro non solo hanno a che fare le cose molto bene, ma anche avere la Dea Fortuna come un alleato, quella notte. Gli astrologi riassumono maglia Barcellona come una costellazione di stelle allineate a favore di uno.

    Lunedi 'non c'era vertice o speciali arringa chiunque nello spogliatoio, non i pesi massimi dovevano toccare un tasto qualsiasi o ai tecnici di intervenire.

    Ma questo non significa che non parlano la partita di Mercoledì negli spogliatoi. Si parla e molto in là. In realtà, è l'unico argomento di conversazione in cui tutti sono d'accordo all'unisono A parte le scommesse tipico di chi e quanti segnerà la più audace coraggio di sollevare una generale sensazione di rabbia e orgoglio respirare. "Siamo Barca" punto. Quello che vogliono convincersi che? Beh, fino a prova contraria restano la squadra che ha dominato il calcio europeo negli ultimi dieci anni con quattro campioni.

    Che il credito del margine non è stato ancora esaurito sarebbe molto doloroso se la squadra è caduto nel secondo turno di quest'anno, ha aggiunto ai quarti della stagione pasada-, quindi la squadra è convinto che "non abbiamo ancora detto l'ultima parola in Europa ".

    Molti credono che la Champions "ci deve un ritorno", un atto eroico che aprirà le porte verso l'eternità, come l'ultimo grande parata della storia che risale al Göteborg 3-0 nelle semifinali di Champions League 1986.

    Dove si aggrappano come una cannuccia sta spiegando quello che è successo a Parigi è stato un incidente. Quasi mortale se si vuole, ma tempestivo. "Non siamo stati noi, il club non era a Parigi. In realtà, ho poi guardato la partita in tv e non mi ha riconosciuto ", ha detto uno dei pesi massimi della squadra, consapevole del fatto che molti errori sono stati fatti e si sono verificate molte strutture rivale.

    Quello che nessuno dubita è che il Camp Nou scoppierà, i fan saranno più che mai giocatore numero 12, "e noi lasciarli 1-0 a favore", dicono.